Gli "oggetti" di Battesimo nel regno di Azzurra

Il bambolotto
Come potete leggere nell'elenco dei personaggi, in questa cena con delitto si usa un bambolotto in luogo di un bambino vero. D'altronde il piccolo deve essere soffocato con un fazzoletto... :)
Il bambolotto deve essere posto in una stanza della casa facilmente accessibile ma che non sia il luogo dove i partecipanti passeranno la maggior parte del tempo. Questo perché si impedirebbe al suo assassino di agire.
Ad inizio gioco il bambino è già stato battezzato e si trova nella sua culla in camera a dormire. Il master deve spiegare ciò ai partecipanti perché se no suo padre, sua madre o i suoi nonni magari vorrebbero prenderlo per tenerlo in braccio. Naturalmente la contessa Felicia per portare a termine il compito di rapirlo può prenderlo con sé ma ci si immagina che, prima che lei metta in atto il suo piano con l'aiuto di Kristof Cotiso, la suocera abbia già portato a termine il suo, ovvero l'assassinio. In tal senso il master in fase di distribuzione oggetti dovrebbe invitare il partecipante che interpreta la duchessa Larissa ad agire senza fretta ma con celerità. Sempre in fase di distribuzione oggetti il master deve spiegare a chi interpreta la contessa Felicia che per fuggire dal regno è necessario che lei, Kristof Cotiso e il bambino stiano in una stanza 15 minuti senza essere scoperti da nessuno.


Gli “oggetti”
Come si legge dalle schede, alcuni personaggi hanno bisogno di portare con sé determinati “oggetti” per poter portare a termine i loro compiti. Ciascuno oggetto viene fornito ai partecipanti ad inizio gioco.

Ma vediamo di analizzarli uno ad uno.

La duchessa madre Larissa possiede un fazzoletto e del veleno per topi. Al giocatore deve essere quindi fornito un fazzoletto di carta (o di stoffa) con la scritta “soffocato” che dovrà essere aperto e posizionato sopra la faccia del bambolotto. In questo modo chi si avvicinerà alla culla scoprirà che il bambino è stato ucciso soffocandolo. Su un bigliettino a parte invece si scriverà “veleno per topi”. strumento che servirà ad uccidere il marito. Una volta avvelenato l'uomo verrà avvisato della sua prossima morte o dalla stessa moglie o dal master. Il biglietto con la scritta “veleno per topi” deve essere lasciato vicino alla vittima.

Il dott. Cheval possiede un assegno ricevuto dal generale Gherard in cambio del certificato falso redatto. Quindi su un foglietto bisognerà scrivere: “Io, generale Gherard, do al dott. Cheval la cifra di 5000 denari”. Firmato dal Generale Gherard.

La contessa madre Alexandra possiede del veleno di serpente, quindi su un foglietto la scritta “veleno di serpente”. Stesso compito della contessa Larissa. Vediamo chi delle due riesce ad uccidere per prima il duca Uberto.

Il generale Gherard possiede un falso certificato che dice che il piccolo Mathias non è figlio del padre. Quindi su un foglio si potrà scrivere: “Da esami effettuati si certifica che Mathias di Azzurra non è figlio di Riccardo di Azzurra. Dott. Cheval”

 


Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.

Copyright © 2018 Una cena con delitto a casa tua!. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.